gran bretagna vaccini discoteche

La Gran Bretagna intravede la luce in fondo al tunnel. Nella giornata di ieri “solo” 52 decessi e circa 5mila contagi. Sono i numeri più bassi dal mese di ottobre. Merito del lockdown e della campagna di vaccinazione, che ha raggiunto il numero di 24 milioni di immunizzati. Il trend è così confortante che a Liverpool riaprirà per la prima volta una discoteca.

Gran Bretagna, crollo dei contagi e boom dei vaccinati. La luce in fondo al tunnel

Nel Paese, dopo i mesi bui dell’inverno, si respira aria di ottimismo. Neil Ferguson, ex consulente del governo brittannico è fiducioso: “Sono sicuro all’80 per cento che il Paese sarà un posto diverso tra pochi mesi e potremo iniziare a goderci l’estate”. Secondo lo scienziato saranno i vaccini a fare sì che la vita di prima possa riprendere. Le varianti del virus non dovrebbero incidere sul raggiungimento dell’immunità di gregge.

Nel Regno Unito la campagna di immunizzazione è già a buon punto. Un terzo degli inglesi ha già ricevuto la prima dose. Il numero dei contagiati cala di giorno in giorno, così come quello dei decessi. Il Paese è uscito dal tunnel dopo le settimane durissime di gennaio e febbraio, quando la variante aveva fatto schizzare di nuovo la curva dei positivi al punto da costringere il premier, Boris Johnson, a imporre un nuovo lockdown generalizzato.

Il ritorno alla “normalità”

Anche se le autorità governative predicano ancora cautela, si discute già dell’opportunità di far ripartire i viaggi dall’estero. Spagna e Cipro sono pronti ad aprire le frontiere per i britannici vaccinati sin dal 1 maggio. Spiragli anche per gli eventi pubblici: ad aprile potrebbero partire le semifinali della FA cup e i compionati mondiali di snooker. Il progetto prevede di utilizzare una combinazione di test covid, per gli ingressi, e distanziamento sociale.

Il governo spera che un programma di eventi sportivi e cultutrali possa far ripartire il Paese se l’industria del turismo all’estero non tornerà attiva. Le prove generali sono già cominciate. A Liverpool sta per partire una sperimentazione: ci saranno un cabaret e una discoteca, nei quali non saranno rispettate le distanze, ma sarà chiesto all’ingresso il certificato dell’esito negativo al tampone. risultati potrebbero essere significativi per i passi successivi e la vera ripartenza del Regno Unito.

continua a leggere su Teleclubitalia.it