party test amsterdam

Una festa in discoteca con 1300 persone che ballano e bevono cocktail. Così ad Amsterdam, in Olanda, hanno voluto provare un esperimento per capire come ritornare ad aprire i clubs e ritornare alla normalità. Il test è andato in scena allo Ziggo Dome, uno dei locali più grandi d’Olanda.

Il test era a numero chiuso. Per la serata si sono si sono prenotate oltre 100mila persone, i biglietti di ingresso da 15 euro sono andati esauriti in pochi minuti. I 1.300 volontari selezionati per l’esperimento sono stati tutti testati all’ingresso e divisi in cinque gruppi. A ogni gruppo sono state imposte delle regole diverse.

Party test

I partecipanti all’evento sono stati tracciati in tutti i loro movimenti e contatti attraverso un tag, come parte di uno sforzo per esaminare come gli eventi possano essere riaperti al pubblico in sicurezza. Le mille e trecento persone sono state suddivise in cinque “bolle” da 250 persone, più una da 50, ognuna delle quali doveva rispettare regole diverse. In questo modo si è potuto studiare quali erano più efficaci.

Come spiega il Guardian alcuni partecipanti sono stati limitati nei loro movimenti sulla pista da ballo, ad altri è stato chiesto di indossare una mascherina in ogni momento e ad altri ancora solo quando si muovevano. A un gruppo è stato dato un drink fluorescente e le persone di quel gruppo sono state incoraggiate a cantare e urlare, per esaminare quanta saliva veniva rilasciata nei momenti di massima baldoria.

Ad organizzare l’evento è stato Ruud Verdaasdonk, ricercatore dell’università di Twente: “Abbiamo offerto un preparato fluorescente che si può bere come una birra. Quando le persone cantano e urlano, le goccioline emesse possono essere rilevate a distanza”.

continua a leggere su Teleclubitalia.it