Nada

Nada è una di quelle cantanti che ha fatto la storia della musica italiana. Il suo stile canoro inconfondibile l’hanno resa famosissima in tutto il mondo, anche se la giovane non era intenzionata a voler intraprendere questa carriera. Andiamo a scoprire insieme tutto ciò che la riguarda.

Nadia: età

Nada Malanima, per tutti Nada, nasce a Gabbro di Rosignano Marittimo, in provincia di Livorno, il 17 novembre del 1953. Ha dunque 68 anni ed è del segno dello Scorpione.

Vita

Figlia del clarinettista Gino Malanima e di Viviana Fenzi, debutta giovanissima, a soli 15 anni al Festival di Sanremo, con quello che sarà poi uno dei suoi più grandi successi: “Ma che freddo fa”.

La scelta del nome è da attribuire alla madre della cantante. Quando ancora era in attesa, infatti, Viviana Fenzi, incontrò una zingara viandante, di nome Nada. La viandante le predisse, leggendole la mano, che avrebbe avuto una figlia, e che tale figlia avrebbe viaggiato molto e riscosso molto successo. Lieta della predizione, la Fenzi, decise di chiamare la figlia proprio come la viandante.

Nada: carriera

Nada ha sempre fatto presente la sua inziale riluttanza nell’intraprendere la carriera di cantante anche se nutriva un forte amore per la musica. Infatti, sono stati i suoi genitori a spingerla, forse troppo presto, nel settore musicale. Già da quando frequentava la scuola, la giovane Nada si esibiva alle feste di paese, arrivando a doversi trasferire a Roma per firmare il suo primo contratto discografico.

Il vero successo avviene però il 1969 quando partecipa per la prima volta al Festival di Sanremo, con Ma che freddo fa, riscuotendo un grandissimo successo di critica e pubblico. Ciò la porta ad essere nota anche all’estero, soprattutto in Spagna e Giappone, con il soprannome di “Pulcino del Gabbro”.

Scoperta e seguita inizialmente da Franco Migliacci, Nada partecipa a 7 Festival di Sanremo, l’ultimo nel 2007, vincendo l’edizione del 1971 con un altro dei suoi più grandi successi: Il cuore è uno zingaro. La vediamo 9 volte al Festivalbar e 5 volte a Un disco per l’estate, da cui esce sempre più amata e nota di prima.

Gli anni Settanta la vedono impegnata in una svolta cantautoriale accompagnata da molte collaborazioni, come: Gerry Manzoli (il marito), Piero Ciampi, Antonello Venditti, Claudio Baglioni, Riccardo Cocciante, Paolo Conte e tanti altri. È il 1983 quando però regala al pubblico il singolo Amore disperato, uno dei brani simbolo degli anni Ottanta.

Dopo una pausa dal 1987 al 1992, Nada torna alla ribalta come cantautrice, e anche in questi anni è impegnatissima con varie collaborazioni, tra cui anche Adriano Celentano e Mauro Pagani.

Gli anni 2000

Ormai cantautrice affermata, Nada, negli anni 2000 si riscopre “rock”, e pubblica nel 2001 L’amore è fortissimo il corpo no e Tutto l’amore che mi manca nel 2004. Partecipa al Festival di Sanremo 2007 con Luna in piena, ritornando in auge anche fra i giovani, duettando poi con Cristina Donà. Prende parte ad Amiche per l’Abruzzo insieme a tantissime altre artiste, quali: Loredana Bertè, Orietta Berti, Carmen Consoli, Noemi, Stefania Orlando, Laura Pausini, Patty Pravo e tantissime altre.

Nel 2009 Nada collabora con gli Zen Circus, incidendo con loro il brano Vuoti a perdere. La vediamo in tour nel 2011 insieme a Francesco Motta e Francesco Pellegrini. All’inizio di marzo 2017, invece, vince il Premio Amnesty Italia con la canzone Ballata triste, battendo colleghi noti, tra cui Arisa, Noemi e Mannarino.

L’ultima apparizione canora è quella al Festival di Sanremo 2019, quando vince il premio per il miglior duetto insieme a Motta; i due cantano il brano del cantautore toscano: Dov’è l’Italia.

Nada, marito e figli

Della vita privata di Nada non si hanno molte informazioni. Si sa, per stessa ammissione della cantante, che ha avuto un rapporto complicato con la madre Viviana.

È sposata con Gerry Manzoli, bassista dei Camaleonti. Abitano nella campagna grossetana e hanno una figlia di nome Carlotta. Sui social non è molto attiva anche se possiede un profilo Instagram dove pubblica solo ciò che riguarda il lavoro e mai la vita privata dell’artista.

Questa sera su Rai 1 andrà in onda un film dedicato proprio alla vita e la carriera dell’artista. Ad interpretare il ruolo di Nada sarà Tecla Insolia, vincitrice del Premio Lucio Dalla e del Premio Enzo Jannacci a Sanremo 2020.

continua a leggere su Teleclubitalia.it