petrillo giugliano

Cosa significa essere donna alla guida di un comando di polizia municipale. H parlato di questo e molto altri ieri a Campania Oggi la comandante Maria Rosaria Petrillo nel corso della puntata dedicata alle donne e alla parità di genere nell’area nord. “Ho l’onore e il privilegio di essere il Comandante più giovane, e una delle prime donne a ricoprire questo posto. Le difficoltà iniziali sono state tante, ma oggi posso dire che i fatti e le esperienze mi hanno dato ragione” ha detto.

Giugliano, l’intervista a Maria Rosaria Petrillo

“Io sono entrata in un comando di soli uomini molto più grandi di me, e quindi essere guidati da una ragazzina, tra l’altro donna, è stato difficile. Mi chiamavano dottoressa, e ho dovuto abituarli a farmi chiamare comandante. Oggi ho dimostrato che il comandante non ha genere. Ha delle capacità che prescindono dal genere”, ha poi aggiunto.

Al comando di Giugliano ci sono ben 22 agenti donne che riscontrano non poche difficoltà nelle loro attività quotidiane. “Per loro è molto più difficile. Il mio ruolo incute timore all’esterno, quindi l’autorevolezza del comandante agevola molto l’approccio della cittadinanza. I miei agenti mi segnalano quotidianamente aggressioni verbali che subiscono per il semplice fatto di essere donna. Sono ancora oggi etichettate” ha detto.

Petrillo ha avuto duri scontri con la passata amministrazione al punto da essere spostata all’ufficio anagrafe. Alla domanda se questo è stato anche frutto del fatto che era donna, e se si sarebbe agito allo stesso modo nei confronti di un comandante uomo lei risponde: “Assolutamente sì, quando sono arrivata a Giugliano sia nel comando sia all’esterno non ho trovato difficoltà per il fatto che fossi una donna. Credo che quella amministrazione avrebbe agito allo stesso modo nei confronti di un uomo perché ha agito nei confronti di un comandante che, a torto, riteneva non in linea con un determinato modo di agire”.

Infine, alla domanda se preferisce essere chiamata la comandante o il comandante, ha detto: “Sono il comandante”.

continua a leggere su Teleclubitalia.it