Zona rossa, saracinesche abbassate, negozi chiusi fatto salvo per quelli di prima necessità come alimentari, farmacie e parafarmacie. Nonostante la possibilità di restare aperti, alcune attività non ce l’hanno fatta e sono cadute nella morsa della crisi chiudendo per sempre. 

Meno gente in giro, non è infatti possibile uscire di casa, ma c’è chi non rinuncia alla passeggiata. 

Le strade appaiono più deserte, seppur c’è ancora qualcuno a passeggio: i fattorini dell’asporto dei bar, gente a far la spesa, file ordinare per pregare al bancomat. Anche i bar registrano una minore affluenza rispetto ai giorni scorsi. 

Difficoltà e affanno, però, per i commercianti che vedono chiuse di nuovo le proprie attività. 

Qualcuno resta all’interno del proprio negozio, non aperto al pubblico, ma per organizzare le vendite on line, unico business possibile al momento. 

continua a leggere su Teleclubitalia.it