Un pareggio che sembra una sconfitta. Eppure sembra fatta, sembrava aver acciuffato una vittoria voluta ma conquistata anche con un po’ di fortuna e invece ecco il finale da film horror.

Il primo tempo era già stato pazzesco. Tra autorete, gol annullato e rigore subito in piano recupero. Il Napoli gioca bene e tiene il Sassuolo alle corde con la giusta velocità e con la giusta concentrazione. Il Napoli passa anche con una giocata splendida di Insigne, ma Mazzoleni al Var vede un piede in fuorigioco del capitano sul cross di Demme.

Il Sassuolo risponde solo su calcio piazzato ma con Berardi e il tocco beffardo di Maksimovic passa in vantaggio. Gli azzurri però rispondono con la giusta cattiveria e dall’ennesima azione manovrata, Zielinski trova il fendente giusto e pareggia. Il Napoli sembra padrone del campo ma al 46’ azione del Sassuolo con Hysaj che stende Caputo e Marini assegna il rigore. Berardi batte Meret per un 2-1 non veritiero.

Nella ripresa succede di tutto. Il Napoli e il Sassuolo si sfidano senza esclusioni di colpi. Il Sassuolo prova ad offendere ma il Napoli sornione trova la giocata che vale il 2-2. Insigne costruisce e Di Lorenzo insacca. La gara resta bella, con il Napoli che non molla un centimetro e sa che può trovare il gol del vantaggio. Gli azzurri subiscono anche un super Berardi che prende in pieno la traversa, però il Napoli reagisce ancora. Fabian si divora un gol pazzesco tutto solo davanti a Consigli ma il Napoli non si ferma e Di Lorenzo in area si guadagna il penalty e Insigne batte con freddezza Consigli. Sembra vinta, sembra fatta anche con un po’ di fortuna e invece ecco l’ennesima sciocchezza con Manolas al 94’ ormai a tempo scaduto che spinge Haraslin.

Marini, mediocre la sua direzione non aspettava altro e concede il rigore beffa. Caputo batte Meret che forse poteva arrivarci. Una beffa anche se poteva finire in tutti i modi questa partita.

continua a leggere su Teleclubitalia.it