Mini lockdown a Castellammare di Stabia. Lo ha deciso il sindaco Gaetano Cimmino, che ha firmato un’ordinanza che riporta la città stabiese in una sorta di zona rossa.

Covid, città nel Napoletano finisce in lockdown: la decisione del sindaco

Diverse le misure restrittive decise dal primo cittadino della popolosa città stabiese per arginare la diffusione dei contagi. In soli tre giorni, infatti, si sono registrati ben 241 positivi.

Tra le misure adottate, la chiusura forzata di tutte le attività ed il coprifuoco di fatto anticipato di due ore, dunque fissato alle 20. Sospesa l’attività didattica in presenza: si torna alla didattica a distanza. Chiusa anche la villa comunale, mentre i negozi resteranno aperti fino alle 18 e asporto consentito solo fino alle 20. Misure che resteranno in vigore fino al 28 febbraio, ha spiegato il sindaco Gaetano Cimmino. ”

La nuova ordinanza è frutto di un confronto serrato con le Autorità Sanitarie, con i commercianti, con il mondo della scuola, con la Diocesi e con le forze dell’ordine, alle quali ho fatto i complimenti”, ha proseguito Cimmino, “per la stretta sui controlli tra San Valentino e Carnevale ed ho chiesto un ulteriore sforzo per il rispetto delle disposizioni comunali, regionali e nazionali”, ha commentato il primo cittadino di Castellammare di Stabia.

continua a leggere su Teleclubitalia.it