Atena Lucana. Giuseppe ha solo 8 anni, ma ha già commosso l’Italia per la lettera che ha scritto su un foglio a righe dopo aver appreso di essere positivo al Coronavirus.

Campania. La lettera di Giuseppe, 8 anni, positivo al Covid: “Mi mancano gli abbracci”

Il piccolo è originario di Atena Lucana, piccolo paese del Vallo di Diano, in provincia di Salerno. È a casa, in quarantena, e per fortuna è asintomatico. Ma a 8 anni, come tanti bambini, è costretto a fare i conti con tutte le restrizioni che questa condizione comporta. Suo papà lavora in ospedale e sa bene cosa ci ha tolto questa pandemia: gli abbracci. 

Le sue parole, semplici e delicate, sono state pubblicate sui social e condivise da centinaia di utenti. “Non conoscevo la pandemia. Il mio papà ogni giorno va via, lui lavora in corsia – scrive Giuseppe nella letterina -. Mi manca perché non mi fa compagnia, insieme a lui da un po’ conosco il significato della parola pandemia. Oggi per me è la parola più brutta che sia”, aggiunge il piccolo.

“È arrivata a marzo e non va più via. Mi costringe a stare a casa mia, vorrei dimenticarla e non sapere più che cosa sia. Lei ci tiene lontani, come tanti cuori solitari. Mi mancano gli abbracci dei miei nonni lontani. Mi manca il mio papà e spero che tutto questo presto finirà”, conclude.

continua a leggere su Teleclubitalia.it