La commissaria straordinaria Anna Nigro non ha fatto in tempo ad insediarsi nel Municipio che, ad Afragola è già partita la campagna elettorale.

Se sui social è stato un pullulare di foto e post di gioia e liberazione condivisi dai 14 consiglieri dimissionari che hanno posto fine all’amministrazione Grillo, tra le strade l’opinione dei cittadini sull’assenza di una guida in questo periodo si divide:

Intanto, Giacinto Baia, figlio dell’ax assessore Aniello fresco di nomina nella segreteria dell’eurodeputato Fulvio Martusciello, ha dichiarato di voler seguire le orme di suo padre

Qualora qualcuno voglia tacciarmi di inesperienza, – ha scritto l’aspirante consigliere comunale – posso dire che la persona che mi supporterà, ovvero mio padre, è una persona che di esperienza ne ha da vendere in quanto sono oltre trent’anni che rappresenta il pilastro portante della politica Afragolese”.

Pilastri, però, al momento senza base. Ancora troppo presto, infatti, per un quadro degli schieramenti chiaro. Probabili le candidature a sindaco di Domenico Tuccillo, del Pd, e di Gennaro Giustino, della Civica di centro sinistra “a viso aperto”. Ma nessuno dei due ha ancora esplicitato le proprie ambizioni. Resta in silenzio anche il centro destra che ha da risolvere la spaccatura con la Lega, partito che ha permesso l’elezione di Grillo nel 2018 e ora ha contribuito alla sua caduta.

Ciò che invece è indubbio è che le sfide che il prossimo cittadino dovrà affrontare saranno alte.

continua a leggere su Teleclubitalia.it