Ennesima rapina violenta a Napoli. Un giovane è stato barbaramente aggredito in strada da alcuni malviventi che volevano rubargli il cellulare.

Napoli, pestaggio in strada: lo massacrano di pugni e calci per rapinarlo del cellulare

L’episodio è avvenuto lo scorso 4 febbraio, intorno alle 21 e 30. L’uomo si trovava nei pressi di via Poggioreale, a Napoli, quando un gruppo di banditi si sono avvicinati verso di lui con l’intenzione di sottrargli il cellulare e, senza un motivo, gli hanno inferto calci e pugni.
“Mi hanno spaccato la mandibola e i denti si muovono e non riesco a mangiare e a parlare, il prossimo 10 febbraio dovrò sottopormi ad un’operazione. Ho sporto denuncia e spero che grazie alle videocamere di controllo quei farabutti possano essere presi”, ha raccontato la vittima al consigliere regionale dei Verdi.

L’intervento di Borrelli

“Ma cosa stanno diventando le nostre città e la nostra società? Le strade sono ormai in balia di criminali violenti senza scrupoli che pur di racimolare anche pochi spiccioli non si fanno scrupoli a pestare a sangue delle persone”, dichiarano Borrelli e il conduttore radiofonico de La Radiazza Gianni Simioli.
“C’è bisogno, inoltre, di un’intensificazione dei controlli da parte delle forze dell’ordine nelle strade e delle pene molto aspre per i delinquenti. Ma è pure fondamentale, infatti, sradicare quella mentalità che tollera, protegge ed esalta la criminalità”, concludono.
continua a leggere su Teleclubitalia.it