napoli controlli anti assembramento un arresto

Un controllo anti-assembramento in Largo San Giovanni Maggiore Pignatelli degenera in violenza. Finisce così con un arresto un’operazione di prevenzione condotta dagli agenti di Polizia dell’Ufficio Prevenzione Generale nel centro storico di Napoli.

Napoli, controlli anti-assembramento finiscono in violenza: un arresto

Ieri sera gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale, durante il servizio di controllo del territorio di Napoli, su disposizione della Centrale Operativa sono intervenuti in Largo San Giovanni Maggiore, a pochi passi da Piazza del Gesù, per una segnalazione di assembramenti.

I poliziotti, giunti sul posto, hanno constatato la presenza di numerose persone. La maggior parte, alla vista delle forze dell’ordine, si è allontanata velocemente. Alcuni però si sono opposti ai controlli. Tra di essi un uomo di 27 anni, in evidente stato di agitazione.

Il malfattore ha ingaggiato una colluttazione con gli agenti, i quali si sono visti costretti a difendersi. Il 27enne è stato bloccato, non prima di aver assestato calci e pugni all’indirizzo dei poliziotti. Al termine dello scontro, Salvatore Esposito, con precedenti di polizia, è finito in manette. Deve rispondere di resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale e oltraggio a Pubblico Ufficiale, danneggiamento aggravato e rifiuto di fornire le proprie generalità.

continua a leggere su Teleclubitalia.it