Napoli. La discussione sulla riapertura delle scuole continua a essere animata. A Posillipo, dopo la notizia di due bambini risultati positivi presso l’istituto Orazio, i genitori hanno preferito non mandare in classe i piccoli.

Napoli, bimbi di 8 anni positivi a scuola. La rivolta dei genitori

A destare maggiore preoccupazione tra le famiglie è il fatto che, a loro dire, “non c’è stata nessuna sanificazione né comunicazione da parte della dirigente scolastica”.

Mentre quest’ultima, Maria D’Ambrosio, intervistata dal Mattino assicura: “E’ tutto sotto controllo. Ieri pomeriggio abbiamo pubblicato sul sito ufficiale della scuola un avviso sulla sospensione delle attività in presenza oggi e domani e abbiamo applicato tutti i protocolli”.

I bambini positivi

E’ di lunedì la comunicazione della positività di un bambino di terza. Oltre lui anche una compagna, sempre di terza, ma di un’altra classe. Due dunque i casi di allievi affetti da Coronavirus al plesso Orazio di Posillipo.

“In quarantena si sono messe due maestre di matematica e italiano che sono in comune con tutte le classi – fanno sapere le mamme – mentre le altre due, di arte e religione, continuano ad andare in altre classi e questo ci preoccupa”.

Leggi >> Rientro a scuola, da Napoli alla provincia assembramenti agli ingressi: è polemica

Secondo i genitori, il contagio sarebbe avvenuto probabilmente in “un’aula a pianterreno dove da quest’anno sono state accorpate due terze, che da 3 sono diventate 2, composte da 22 e 23 allievi, rispetto ai 12 e 13 dello scorso anno”.

“In quell’aula – dice una mamma al Mattino – non c’è areazione, né luce naturale, ci sono finestroni in alto e per tra i bambini non c’è distanziamento. Mia figlia è accavallata a un compagno che è seduto dietro di lei. Insomma c’è una promiscuità che li espone al rischio”. Condizioni che hanno spinto qualche mamma a considerare addirittura l’ipotesi di “scrivere alla Procura della Repubblica” poiché “non c’è stata una disinfestazione dell’Asl né ad oggi c’è la Dad”.

continua a leggere su Teleclubitalia.it