Non ce l’ha fatta il 24enne Domenico Di Giacomo, rimasto gravemente ferito nell’esplosione a Tuoro provocata da una bomba-carta assemblata probabilmente insieme ai fratelli. La deflagrazione era avvenuta in occasione dei festeggimanenti per la notte di San Silvestro.

Caserta, morto Domenico Di Giacomo

A darne notizia in anteprima è il portale Edizione Caserta. Il personale sanitario del nosocomio casertano ha tentato di tutto per salvargli la vita. Ma le ferite e le lesioni interne riportate a seguito dello scoppio erano troppo gravi. Il cuore del 24enne ha smesso di battere nel reparto di terapia intensiva, dove era ricoverato dalla notte del 31 dicembre. Con lui, al momento dell’esplosione, c’erano anche i fratelli di 17 e 21 anni. Sono rimasti feriti anche loro, ma in modo lieve.

La notizia della morte di Domenico Di Giacomo ha sconvolto la comunità del Casertano, in particolare i residenti di via Abbagnano, dove Domenico abitava con la famiglia. Parenti e amici avevano pregato in questi giorni e aveva sperato fino all’ultimo che potesse salvarsi, ma purtroppo non ce l’ha fatta. Una vera tragedia che accende l’attenzione sulla pericolosità di far esplodere petardi illegali, pratica diffusa soprattutto la notte dell’ultimo dell’anno. Adesso il quadro dell’inchiesta aperta in Procura potrebbe cambiare e i magistrati potrebbero indagare per omicidio colposo. L’esplosione provocò un’onda d’urto di trenta metri e distrusse veicoli e finestre.

continua a leggere su Teleclubitalia.it