Si tinge di giallo la morte in Portogallo di un’infemiera di 41 anni, Sonia Acevedo, deceduta dopo aver assunto in vaccino anti-covid della Pfizer due giorni prima. Nelle prossime ore verrà effettuato sul suo corpo l’esame autoptico per ricostruire le cause esatte del decesso.

Portogallo, infermiera muore due giorni dopo il vaccino: è giallo

La donna, impiegata nel reparto di pediatria presso l’istituto Nazionale di Oncologia a Porto, aveva ricevuto la vaccinazione il 30 dicembre. Sembrava filasse tutto liscio, non aveva infatti avuto effetti collaterali. Poi improvvisamente sarebbe morta a seguito di un malore il primo gennaio, a Capodanno. Sotto choc i parenti. “Mia figlia stava bene – ha detto al quotidiano locale Correio da Manha il padre Abilio -. Non aveva avuto problemi di salute. Aveva fatto il vaccino ma non aveva avuto alcun sintomo. Non so cosa sia successo. Voglio solo risposte. Voglio sapere cosa ha portato alla sua morte”.

A confermare il decesso anche l’istituto di oncologia presso cui lavorava.  In un comunicato ufficiale diramato dalla clinica si legge che “il Consiglio di amministrazione conferma l’evento tragico ed esprime sincero rammarico a familiari e amici nella certezza che questa perdita si fa sentire anche qui. La spiegazione della causa della morte seguirà le normali procedure in queste circostanze”.

Sonia lascia due figli. Viveva con la sua famiglia a Maia, vicino a Porto, ma è morta a casa del suo compagno a Trofa, a mezz’ora di macchina a nord della città portoghese. Poco dopo essere stata vaccinata contro il Coronavirus aveva condiviso sul proprio profilo Facebook una foto mentre indossava una mascherina: “Vaccinata!”, si poteva leggere sul post. Anche il Ministero della Salute è stato informato di quanto successo.

Dopo l’autopsia, il corpo di Sonia farà ritorno a Maia per la sepoltura dopo una breve cerimonia a cui parteciperanno solo i membri della famiglia nel rispetto delle restrizioni anti Covid. La notizia sta facendo il giro del mondo, proprio nei giorni in cui è partita la campagna di vaccinazione anche in Italia. Soltanto l’esame autoptico potrà chiarire se il decesso è in quale modo legato alla vaccinazione.

continua a leggere su Teleclubitalia.it