Sono tre i feriti dell’esplosione che ieri sera, poco dopo le 22, ha scosso l’hinterland di Giugliano che da Ponte Riccio va alla fascia costiera. Il forte boato è stato udito da Lago Patria sino a Parete.

Giugliano, boato nella notte: tre feriti a seguito di un’esplosione

Secondo una prima ricostruzione, sembra che i tre malcapitati stessero facendo esplodere degli ordigni artigianali potentissimi a ridosso del campo Rom, in zona via Carrafiello. Da lì avrebbero provocato delle deflagrazioni che hanno fatto tremare i vetri e gli infissi dei palazzi. Lo scoppio sarebbe stato preceduto da una vampata di fuoco.

Non è noto ancora il motivo che ha spinto i tre a maneggiare materiale così pericoloso. L’ipotesi più probabile è che i tre stessero provando dei superpetardi. In un appezzamento di terra sarebbero scoppiati dei fuochi pirotecnici la cui esplosione avrebbe investito i tre proprietari del terreno.

Le persone sono state portate all’ospedale Pineta Grande di Castelvolturno, ma, dalle prime informazioni apprese, non sarebbero in gravi condizioni. Sul posto sono accordi sia i Vigili del Fuoco, sia i Carabinieri ma le indagini sono affidate alla Polizia.

continua a leggere su Teleclubitalia.it