Gennaio e febbraio saranno mesi terribili. E ci sarà, quasi inevitabilmente, una terza ondata di contagi che metterà a dura prova il sistema sanitario. A dirlo il consulente del Ministro della Salute, Walter Ricciardi.

Ricciardi: “Gennaio e febbraio saranno terribili”

Ricciardi è intervenuto nel corso del quinto “Orphan Drug Day”, dedicato all’impatto della pandemia sui malati rari e promosso dall’Osservatorio malattie rare (Omar). “Noi ci troviamo oggi a fronteggiare un’epidemia, si parla di terza ondata ma siamo ancora nel pieno della seconda ondata del Covid, e dicembre e gennaio saranno due mesi terribili“, ha dichiarato. I motivi, spiega il direttore scientifico degli Istituti clinici scientifici Maugeri, sono due: “Un problema di accesso ai servizi, e il problema della differenza tra regioni”.

Per scongiurare i rischi legati alla terza ondata, il docente universitario ha aggiunto che è importante “continuare con il rispetto delle regole” perché se si allentano troppo misure e comportamenti “non solo non si inverte il trend” ma “il rischio è quello di trovarci di fronte a mesi difficilissimi, in cui Covid e influenza correranno insieme”. Per questo, parlando all’AdnKronos, il consigliere del ministero ha ribadito: “Non bisogna allentare troppo presto, o dare l’impressione che la zona gialla sia ‘liberi tutti’. Altrimenti – ha sottolineato – c’è il rischio di un ulteriore aggravamento dell’ondata epidemica”.

continua a leggere su Teleclubitalia.it