Lutto in Sicilia per la morte di Samuel Garozzo, stroncato dal Covid-19 a soli 29 anni. Il giovane, studente di ingegneria presso l’Università di Catania, è spirato nel reparto di terapia intensiva del Policlinico. A darne notizia i quotidiani locali.

Catania, muore di Covid Samuel Garozzo: aveva 29 anni

Il ragazzo non soffriva di patologie pregresse, circostanza, questa, che rende il decesso ancora più sconvolgente. Secondo quanto ricostruito, Samuel, dopo essere risultato positivo al Coronavirus, era stato ricoverato prima al Garibaldi. Successivamente le sue condizioni sono peggiorate, tanto da renderne necessario il trasferimento al Policlinico di Catania. Infine il decesso avvenuto nella giornata di ieri.

Figlio di un noto cancelliere del Tribunale di Catania, Samuel era conosciuto nella città etnea. La sua scomparsa ha gettato nello sconforto e nell’incredulità quanti lo conoscevano. In queste ore si moltiplicano i messaggi di cordoglio di amici e conoscenti. Tanti i tanti quello della sua università: “L’Ateneo, in tutte le sue componenti, è profondamente scosso e addolorato per questa vita prematuramente spezzata, vinta da questa terribile malattia che ormai da mesi assedia l’umanità, sconvolgendo le esistenze di ciascuno di noi, mortificando tante speranze come quella del nostro studente”.

Da Catania arriva anche il caso critico di una bambina di 5 anni positiva al Coronavirus le cui condizioni erano peggiorate e aveva una insufficienza respiratoria grave e che è stata trasferita dall’ospedale San Marco nel reparto di Rianimazione pediatrica al Garibaldi di Nesima, dove è stata trattata e poi riportata nel nosocomio dove era ricoverata. Secondo l’azienda ospedaliera sarebbe il primo caso del genere in Italia.

continua a leggere su Teleclubitalia.it