Era stato contagiato alcune settimane fa e con lui una parte della giunta comunale. Purtroppo stamane è giunta la triste notizia. Il Covid fa un’altra vittima eccellente: il sindaco di Melito Antonio Amente.

Il primo cittadino era ricoverato al San Giuliano di Giugliano dopo essersi curato in casa. Medico di base da sempre in prima linea non aveva mai rinunciato a svolgere la sua professione anche quando era a capo del comune.

Per ora non sono note le cause del decesso ma pare sia legato ad una crisi respiratoria. Classe 51 amava la politica e la sua città: più volte sindaco, candidato a varie competizioni aveva ed ha fatto parlare di se per il suo modo di fare sempre schietto e senza fronzoli. Pieno di energie ha goduto per anni della fiducia della maggioranza dei Melitesi conquistati grazie a quel vecchio metodo della politica che è sempre il più attuale: il rapporto umano.

Capace di stregare anche i media nazionali con le sue scelte inusuali come quando decise di investire il suo stipendio per creare borse di studio per i ragazzi più poveri o quando giocò cinque euro al lotto con tanto di delibera e fece vincere mezza città. Episodi di colore a parte Antonio Amente è stato per anni un protagonista indiscusso della politica a Nord di Napoli, area che da domani di certo sentirà la mancanza di quel rappresentante concreto e vulcanico delle istituzioni. Intanto i sindaci dell’area nord attraverso messaggi di cordoglio esprimono il proprio sentimento di dolore. I suoi concittadini lo ricordano con le lacrime agli occhi.

continua a leggere su Teleclubitalia.it