Arriva il chiarimento della Campania sulle zone rosse di Arzano, Marcianise ed Orta di Atella. Il comunicato fa riferimento alla sospensione delle attività commerciali nei tre comuni, uno in provincia di Napoli e due nel Casertano.

Nel chiarimento, la Regione Campania specifica che: “Le attività sospese sono esclusivamente le attività commerciali, ivi comprese le attività di ristorazione (bar, ristoranti, pasticcerie, pub, e simili), salvo che in modalità di consegna a domicilio, fatta eccezione per soli i servizi alla persona ed attività connesse all’approvvigionamento di beni e servizi di prima necessità come a suo tempo individuate dagli allegati 1 e 2 del DPCM 10 aprile 2020. Gli operatori e gli addetti a tali attività (conesclusione delle attività di cui agli allegati 1 e 2 al DPCM 10 aprile 2020 citato) non possono allontanarsi dal centro urbano di appartenenza per prestare attività lavorativa”. 

Non ci sono limitazioni, invece, per chi lavora nelle attività produttive e che potrà comunque entrare e uscire dalle zone rosse per esigenze strettamente legate all’attività lavorativa, in modo da non fermare la filiera produttiva. Oppure nel caso di attività professionali.

“Agli operatori e gli addetti delle attività produttive nonché agli esercenti libere professioni non è vietato il transito, da e verso le zone oggetto delle prescrizioni, purché nei limiti strettamente necessari all’esercizio di attività volte ad assicurare la continuità della filiera produttiva ovvero, nel caso di attività professionali, per adempimenti e/o scadenze urgenti ed indifferibili”, si legge nel comunicato.

 

continua a leggere su Teleclubitalia.it