Arzano polemiche test

È partita questa mattina la campagna di screening sanitario per il Covid-19 ad Arzano, ma per cittadini è polemica sui test.

Le modalità dei test

Tutti i cittadini residenti, ad esclusione di coloro che si trovano già in isolamento o in quarantena, potranno recarsi nelle giornate di oggi e domani (domenica 25 e lunedì 26 ottobre, dalle ore 8.00 alle ore 20.00) presso gli Istituti scolastici già individuati come sedi elettorali per sottoporsi ai test.

Ogni cittadino che deciderà di sottoporsi al test dovrà recarsi nell’istituto scolastico ove si reca in caso di elezioni e presso la stessa sezione elettorale assegnata ad ognuno. Per evitare assembramenti, i cittadini con i cognomi “dalla A alla M” potranno recarsi oggi, i restanti domani.

In un primo momento, i cittadini verranno sottoposti test sierologici capaci di individuare sia la presenza di anticorpi sia l’attuale positività o negatività al Coronavirus. Nel caso venga accertatala positività, verrà poi effettuato nella stessa sede un tampone molecolare.

Le polemiche

Critico è il commento di numerosi cittadini sulle modalità e le tipologie di test che sono state chiarite solo questa mattina. In fila dalle prime ore del mattino, molti cittadini delusi sono tornati alle loro abitazioni perché convinti di effetturare da subito il tampone molecolare (ad oggi il test più preciso). In tanti lamentano disorganizzazione e disinformazione. Lo stesso governatore Vincenzo De Luca, nella consueta diretta del venerdì sull’andamento della situazione epidemiologica in Campania, aveva parlato genericamente di “tamponi”.

Ricordiamo che ad Arzano, per effetto dell’ordinanza numero 82, è stata istituita la “zona rossa” fino al 30 ottobre.

Nel comune alle porte di Napoli, ha evidenziato la Asl Napoli 2 Nord, si è avuto un incremento del 209,4% dei contagi tra il 29 settembre e il 20 ottobre. Secondo l’ultimo aggiornamento, il numero di attualmente positivi in città è di 322.

Nel comunicato diffuso dalla Commissione straordinaria: “si raccomanda vivamente a tutta la cittadinanza di collaborare con l’ASL per il buon esito dell’intera operazione: quanto più si aderirà allo screening, tanto più si riuscirà ad isolare il virus e a contrastare il diffondersi dei contagi”

continua a leggere su Teleclubitalia.it