omicidio marano

Napoli. Nelle prime ore di questa mattina, la Squadra Mobile di Napoli ha portato a termine una operazione di polizia giudiziaria nei confronti di esponenti della criminalità dell’area flegrea del capoluogo, dando esecuzione a due ordinanze di custodia cautelare emesse dal G.I.P. di Napoli, su richiesta della locale Direzione Distrettuale Antimafia.

Il primo dei due provvedimenti restrittivi è stato eseguito nei confronti di MAZZACCARO Giuseppe cl. ‘79, ritenuto mandante dell’omicidio di MEGALI Luca, consumato in data 6 novembre 2014 in zona Marano, all’interno di una barberia che la vittima gestiva.

L’arrestato è ritenuto elemento di vertice della zona denominata della “99” del Rione Traiano ed è cognato di SORIANIELLO Alfredo, a capo dell’omonimo clan.

Il delitto, secondo quanto emerso dalle indagini coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli e condotte dalla Squadra Mobile, sarebbe stato commesso nell’ambito dello scontro esistente nell’anno 2014 tra il gruppo Sorianiello ed il clan Tommaselli, in contrapposizione tra loro per il predominio territoriale dell’area flegrea di questo capoluogo.

MEGALI Luca è risultato estraneo a qualsiasi dinamica criminale ed era immune da precedenti penali.

 



continua a leggere su Teleclubitalia.it