C’è allarme per l’aumento del numero di casi di Covid-19 all’ospedale Cardarelli. Tra di essi ci sono ben 4 infermieri del pronto soccorso, oltre che un medico del reparto di Neurologia. Un bilancio in crescita che desta preoccupazione.

Napoli, al Cardarelli in aumento i contagi di coronavirus

Ai dati precedenti, sono da aggiungere 4 infermieri dell’autoparco del Cardarelli che prestano servizio sulle ambulanze per i trasferimenti tra i vari padiglioni che compongono la cittadella sanitaria e che, proprio per la loro mobilità e i numerosi contatti con i pazienti delle varie palazzine, rappresentano un rischio maggiore per potenziali focolai.

Al momento la maggior parte degli infetti sono asintomatici e sono in isolamento domiciliare. Fa eccezione il medico in forza al Reparto di Rianimazione, ricoverato qualche giorno fa al Cotugno nel Reparto di terapia Subintensiva. Per lui la situazione è stata definita “seria”.

Oltre che tra i sanitari, secondo quanto riporta Il Mattino, il focolaio ospedaliero del Cardarelli riguarda anche i pazienti. Tra di essi i nuovi casi positivi riguardano: una 23enne, trasferita da Prima Chirurgia alla nuova area Covid della palazzina A, un paziente in Neurochirurgia ed uno in Urologia. La situazione ha comportato una “campagna a tappetto” da parte dell’azienda Cardarelli per sottoporre ai tamponi, in tempi brevi, tutto il personale. Più volte, i vertici ospedalieri hanno raffrontato i dati e rassicurato sul fatto che i casi positivi al Covid sono da proporzionare a centinaia di test eseguiti e risultati negativi.



continua a leggere su Teleclubitalia.it