Indennità di 700 euro per chi testa il vaccino per il Coronavirus. Ne dà notizia l’Istituto Spallanzani di Roma. Dal 24 agosto “il vaccino sarà somministrato a 90 volontari” spiega l’assessore alla Sanità della Regione Lazio Alessio D’Amato.

Vaccino a Roma, 700 euro di indennità ai volontari

“Sono arrivate le prime dosi del vaccino completamente made in Italy pronto ora alla fase di sperimentazione sull’uomo… l’iniziativa è finanziata dalla Regione Lazio con un investimento da 5 milioni di euro insieme al ministero della Ricerca” aveva annunciato in un post su Facebook il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti.

Già superato il tetto delle 70 manifestazioni di interesse. Presto inizierà lo screening degli uomini e delle donne che si sono messi a disposizione. I 700 euro saranno una sorta di rimborso per il tempo dedicato al test del vaccino, visto che l’ordinamento italiano, a differenza degli Stati Uniti, non prevede il pagamento di chi si presta alla sperimentazione dei farmaci.

Le candidature non mancano. Si cercano persone «di ambo i sessi – recita l’annuncio diffuso dallo Spallanzani – di età compresa tra i 18 e i 55 anni, oppure tra i 65 e gli 85 anni, iscritti al Servizio sanitario nazionale». Non devono aver partecipato ad altri studi clinici nell’arco dell’ultimo anno e non devono aver contratto il virus e devono essere in salute dal punto di vista fisico e psicoattitudinale.



continua a leggere su Teleclubitalia.it