dpcm conte

Obbligo mascherina. L’ordinanza adottata nelle scorse ore dal ministro della Salute Roberto Speranza conferma l’obbligo di  mascherina “nei luoghi al chiuso accessibili al pubblico, inclusi i mezzi di trasporto e comunque in tutte le occasioni in cui non sia possibile garantire continuativamente il mantenimento della distanza di sicurezza”. L’obbligo non si applica ai bambini con meno di sei anni o ai disabili. Resta anche il distanziamento sociale, con il mantenimento di un metro tra le persone sui mezzi di trasporto e nei luoghi aperti al pubblico. Il Governo, tuttavia, valuta la proroga del provvedimento.

Entro il prossimo fine settimana, infatti, il presidente del Consiglio Giuseppe Conte firmerà un nuovo Dpcm con le misure anti contagio. Non ci sarà “liberi tutti”, perché il virus continua a circolare e mentre in Italia i nuovi contagi calano, l’impennata dei dati anche in Paesi come la Grecia viene osservata dal governo con qualche preoccupazione. Le misure finora adottate, con la stretta dai treni alle discoteche, dovrebbero essere confermate.

Coldiretti: “Solo il 27% degli italiani indossa la mascherina”

Più di un italiano su quattro (27%) non indossa la mascherina o lo fa raramente senza curarsi del pericolo di contagio e senza rispettare le misure di sicurezza imposte dalla pandemia. È quanto emerge dall’indagine Coldiretti/Ixè in riferimento alla possibile proroga anche dopo il 15 agosto dell’ obbligo di indossare la  mascherina nei luoghi chiusI previsto dal Dpcm.

Si evidenzia una tendenza ad abbandonare alcune delle “buone pratiche” che durante il lockdown e nelle primissime settimane successive erano adottate dalla pressoché totalità del Paese, dall’utilizzo delle protezioni per il viso al distanziamento di almeno un metro, dal divieto di assembramenti al rispetto di norme igieniche fondamentali a partire da lavaggio delle mani, afferma Coldiretti.



continua a leggere su Teleclubitalia.it