coronavirus campania

Ancora un caso di coronavirus in Irpinia. Il totale sale a 28. Questa volta si tratta di un operaio 50enne risultato positivo al Covid-19 a Moschiano, al confine con l’agro nolano, tra la provincia di Napoli e quella di Avellino. L’asl sta cercando di ricostruire tutti i contatti dell’uomo e i luoghi da lui frequentati.

Moschiano (Avellino), paura per un 50enne positivo: è stato a una festa in famiglia

La famiglia dell’operaio resta isolata, in attesa delle verifiche, che vengono allargate a tutte le persone che l’operaio ha visto e frequentato in questi giorni. L’operaio avrebbe contratto il virus nell’azienda in cui lavora. Altri quattro colleghi sono rimasti positive e nella zona decine di persone – per lo più parenti dei contagiati – sono in isolamento fiduciario in attesa dei tamponi. Due nuclei familiari, residenti in un’unica palazzina a Moschiano, sono isolati.

A destare maggiori preoccupazioni la circostanza che l’uomo infetto ha partecipato lunedì a una festa con circa trenta persone. In queste ore verranno rintracciati tutti i potenziali contagiati per sottoporli a tamponi. In paese c’è comprensibile apprensione. I familiari del ragazzo lavorano in altre attività commerciali, ubicate anche in altri comuni del comprensorio. “Per questo procederemo con verifiche serrate e tempestive – spiega il sindaco Addeo -. Una scelta di prudenza, per scongiurare ogni eventuale rischio di diffusione del virus”.

“Chiediamo alla cittadinanza di rispettare in maniera rigorosa tutte le dovute precauzioni. Oggi scatteranno decine di tamponi, per prevenire ogni rischio – spiega Addeo che ha subito informato la comunità del caso accertato”.

 

 



continua a leggere su Teleclubitalia.it