Un piccolo focolaio familiare rischia di trasformarsi in un’emergenza sanitaria. Siamo nell’agro nolano, tra Cimitile, Cicciano e Camposano. Un uomo rientrato dalla Serbia ha contagiato ben sei persone, tra cui due bimbe piccole. Si tratta della figlia e della nipote.

Agro nolano, torna dalla Serbia e contagia sei persone: cento in isolamento

Le due cuginette frequentavano una scuola materna e sono state in un campo estivo. L’autorità sanitaria ha disposto lo screening di massa per tutti i frequentatori del campo, un centinaio circa tra bambini, educatori e personale. La scuola è stata chiusa per fini precauzionali e per consentire attività di sanificazione. Per correre ai ripari, il sindaco di Cicciano, Giovanni Corrado, nella giornata di ieri, ha emanato un’ordinanza con cui ha disposto l’obbligo di mascherina anche all’aperto.

Cicciano, focolaio al funerale

Proprio ieri il primo cittadino del paese dell’agro nolano ha annunciato la scoperta di nuovi casi positivi e ha fatto riferimento a un funerale che si sarebbe trasformato in un mini-focolaio. Le esequie si sono celebrate il giorno 21 e 22 luglio. Ai partecipanti il sindaco chiede di restare a casa in isolamento fiduciario. Oggi, giovedì 30 luglio, il sindaco farà sapere il luogo ed ora dove fare i tamponi, raccomandando ad ognuno di essere munito di mascherine e praticare il distanziamento sociale.



continua a leggere su Teleclubitalia.it