Una vicenda surreale quella che arriva da Pampola, in Spagna. Ai tempi del Covid-19 c’è un 23enne che ha pensato di organizzare una partita tra infetti e negativi. Con uno scopo tral’altro nobile: devolvere gli incassi a scopo benefico.

Spagna, partita infetti contro negativi: denunciato 23enne

Il ragazzo, da quanto si apprende dai media spagnoli, intendeva organizzare il match per raccogliere fondi da destinare a chi è stato colpito dal coronavirus. Per fortuna è intervenuta la polizia, che ha individuato l’organizzatore dalla partita tramite Instagram e l’ha fermato prima che fosse troppo tardi. Il giovane, già noto alle forze dell’ordine, è stato denunciato e sanzionato con una multa da 3000 euro. Nelle settimane precedenti aveva già organizzato un altro evento con centinaia di persone.

L’organizzatore aveva promosso la partita su Instagram, con tanto di locandina ufficiale con foto di Messi. La partita si sarebbe dovuta disputare a Mendillori, uno dei quartieri di Pamplona con il maggior numero di casi di coronavirus. Secondo i media spagnoli, l’irresponsabile è stato intercettato dai dipartimenti informatici delle forze dell’ordine, che sono riusciti a risalire a lui tramite i post Instagram che sponzorizzavano l’evento.



continua a leggere su Teleclubitalia.it