De Luca in diretta: “Al Sud più rigorosi, al Nord tanta ammuina”


Parte subito all’attacco il governatore Vincenzo De Luca nel corso della sua conferenza settimanale. Il Presidente della Regione, in diretta sui social, ha elogiato il Mezzogiorno, che avrebbe osservato più rigorosamente le regole anti-covid e il distanziamento rispetto al Nord. Il riferimento era alle scene della movida giunte da Padova o Bologna. Il capo dell’Esecutivo

De Luca in diretta: “Al Sud più rigorosi, al Nord tanta ammuina”

Parte subito all’attacco il governatore Vincenzo De Luca nel corso della sua conferenza settimanale. Il Presidente della Regione, in diretta sui social, ha elogiato il Mezzogiorno, che avrebbe osservato più rigorosamente le regole anti-covid e il distanziamento rispetto al Nord. Il riferimento era alle scene della movida giunte da Padova o Bologna. Il capo dell’Esecutivo campano ha poi chiarito la sua posizione rispetto alle polemiche scoppiate in settimana sulla mancata firma dell’accordo con il Governo relativamente alle ripartenze della fase 2.

De Luca elogia il Sud: “Al Nord più ammuina”

“Si è capovolto il ruolo delle regioni Sud e Nord. E’ sembrato che i comportamenti più rigorosi si siano tenuti al Sud mentre tanta ammuina al Nord – ha dichiarato il governatore -. E’ un altro elemento di novità registrato in questa crisi. E lo abbiamo dimostrato anche in questa settimana importante che ci siamo lasciati alle spalle”.

Il ruolo del Governo centrale e quello delle regioni

De Luca ha poi precisato le ragioni del mancato raggiungimento dell’accordo con il Governo centrale riguardo alle riaperture della fase 2. “La Campania ha posto due problemi: uno relativo alle aperture, l’altro relativo al ruolo tra Stato e Regioni. Nella comunicazione pubblica è stata capovolta la realtà: la regione Campania ha difeso l’unitarietà dello Stato italiano contro la tendenza alla frammentazione in venti statarelli. Ci si è posti il problema su chi debba certificare lo stato dell’epidemia, se le regioni o se il ministero della Salute. Io ho detto il ministero. Deve essere lo stato centrale a decidere qual è lo stato dell’epidemia perché ogni decisione regionale può avere ripercussioni sul resto del Paese”.

Teleclubitalia - notizie ed approfondimenti della cronaca di Napoli e dal resto dell'Italia.