Campania, bonus famiglie: pubblicata graduatoria delle domande ammesse


Campania, bonus famiglie: pubblicata graduatoria delle domande ammesse. La regione Campania ha previsto tra le misure economiche in questa fase di emergenza Covid anche un bonus di sostegno alle famiglie residenti in Campania con figili al di sotto dei quindici anni durante il periodo di sospensione dei servizi educativi dell’infanzia e delle scuole di ogni

Campania, bonus famiglie: pubblicata graduatoria delle domande ammesse

Campania, bonus famiglie: pubblicata graduatoria delle domande ammesse. La regione Campania ha previsto tra le misure economiche in questa fase di emergenza Covid anche un bonus di sostegno alle famiglie residenti in Campania con figili al di sotto dei quindici anni durante il periodo di sospensione dei servizi educativi dell’infanzia e delle scuole di ogni ordine e grado per emergenza covid-19.

Il sostegno economico è erogato alle famiglie nella forma di un bonus per l’acquisto di attrezzature, strumenti informatici ed altri supporti per l’accesso ai servizi didattici e socio-educativi e/o per le spese relative a servizi di babysitting.

Bonus famiglie Campania: la graduatoria

Il nucleo familiare deve:

– comprendere almeno un figlio di età inferiore ai 15 anni, iscritto a un servizio educativo o a una scuola di ogni ordine e grado della Regione Campania;

– abbiano un ISEE fino ai 20.000,00 euro (compresi), nel caso di cui all’art. 3, lett. a) e 35.000,00 euro

(compresi), nel caso di cui all’art. 3, comma 2 lett. b)

I requisiti richiesti devono essere presenti, a pena di esclusione, alla data di trasmissione della domanda di contributo, fatta eccezione per l’età del minore, che deve essere posseduta alla data del 5 marzo 2020.

500,00 euro per ogni nucleo con ISEE fino a 20.000,00 euro;
300,00 euro per ogni nucleo con ISEE fino a 35.000,00 euro.

I beneficiari sono nuclei familiari, in persona di uno dei genitori o tutore residente in Regione Campania, con almeno un figlio di età inferiore ai 15 anni.

Nel caso di genitori che non facciano parte dello stesso nucleo familiare, il beneficio deve essere richiesto dal soggetto che convive con il minore.

Il contributo è destinato anche ai genitori affidatari, sia nei casi di adozione, nazionale e internazionale, per i quali l’ingresso del minore in famiglia sia verificato alla data del 5 marzo 2020, che nei casi di affidamento preadottivo con sentenza o provvedimento del giudice.

Leggi qui il bando. 

Qui l’elenco con le domande ammesse.

 

Teleclubitalia - notizie ed approfondimenti della cronaca di Napoli e dal resto dell'Italia.