napoli piange coronavirus ospedale del mare

E’ di Somma Vesuviana e ha 59 anni. Sabato – questo il suo nome – è scoppiato a piangere quando gli hanno comunicato che il tampone era negativo e poteva finalmente tornare a casa. Lo salutano con una festa.

Napoli, primo dimesso dall’Ospedale del Mare: scoppia a piangere

Il suo incubo dura da quasi due mesi. Prima il ricovero all’ospedale Cardarelli di Napoli il 29 marzo, poi il passaggio al Covid Center il 3 maggio. La diagnosi era la solita: insufficienza respiratoria con polmonite interstiziale. Il primo aprile viene trachetomizzato. Passa poi dalla ventilazione artificiale alle cannule nasali. Sempre vigile, viene sottoposto a tutte le cure del caso. Oggi, per lui, finalmente si riaprono le porte di casa. Ad accompagnarlo con un lungo applauso verso l’uscita gli infermieri del reparto e i dottori che lo hanno assistito durante il ricovero.



continua a leggere su Teleclubitalia.it