Autocertificazione, modulo valido da oggi 18 maggio per spostarsi fuori regione. Scarica il PDF


Via libera agli spostamenti senza giustificazione. Dal 18 maggio 2020 non servirà più il modulo dell’autocertificazione per spostarsi all’interno della propria regione di residenza. Sarà però obbligatorio per chi deve andare fuori dalla propria regione. Gli spostamenti sono consentiti soltanto per tre motivi, che devono essere indicati: lavoro, necessità e urgenza, salute. Rimane il divieto

Autocertificazione, modulo valido da oggi 18 maggio per spostarsi fuori regione. Scarica il PDF

Via libera agli spostamenti senza giustificazione. Dal 18 maggio 2020 non servirà più il modulo dell’autocertificazione per spostarsi all’interno della propria regione di residenza.

Sarà però obbligatorio per chi deve andare fuori dalla propria regione. Gli spostamenti sono consentiti soltanto per tre motivi, che devono essere indicati: lavoro, necessità e urgenza, salute.

Rimane il divieto per tutti gli altri spostamenti, comprese le visite ai congiunti che non potranno essere effettuate fino al 3 giugno 2020.

L’ultimo modulo (scaricabile qui) è stato diffuso il 3 maggio scorso, alla vigilia dell’inizio della Fase 2. Qui trovate il modulo che dovrà essere compilato e portato con sé. Bisognerà indicare l’indirizzo di partenza e quello di arrivo. Bisognerà anche dichiarare di non essere sottoposti alla quarantena. Chi viola le norme rischia la sanzione amministrativa da 400 euro a 3000 euro.

Come funziona la nuova autocertificazione

Fatte salve nuove disposizioni, questa autocertificazione dovrà essere usata fino al 3 giugno. Ovviamente, come è accaduto finora, le situazioni di necessità, lavoro e motivi di salute vanno sempre dimostrate e giustificate: sul modulo da presentare alle forze dell’ordine in caso di controllo, vi è un’apposita sezione da riempire in cui vanno spiegate le ragioni dello spostamento.

Se il 3 giugno i contagi si saranno abbassati e la curva epidemiologica non sarà tornata a crescere, ci si potrà spostare anche tra regioni senza autocertificazione. Fino ad allora, bisogna o portare il modulo con sé, oppure compilarlo nel caso di verifiche delle forze dell’ordine.

Teleclubitalia - notizie ed approfondimenti della cronaca di Napoli e dal resto dell'Italia.