“Ho visto gente correre in mezzo ai bambini, senza mascherine. Ho visto dei vecchi cinghialoni della mia età con una tuta che arrivava alla caviglia, con una seconda tuta alla zuava, e con un altro terzo pantaloncino sopra. Andrebbero arrestati per oltraggio al pudore”. De Luca non risparmia nessuno. Neanche la categoria dei “runners”. E in diretta su Facebook se la prende con chi è tornato a fare footing, senza però rispettare l’obbligo della mascherina.

Dopo la scena del lungomare di Napoli affollato da podisti, il governatore campano ha spiegato in diretta su Facebook anche i motivi per i quali si è deciso di permettere ai cittadini di fare attività motoria in determinate fasce orarie.

“Abbiamo creato le due fasce per fare attività motoria pensando alle famiglie con i bambini, alle mamme e i papà che tengono per mano un bambino mentre passeggiano. Abbiamo fatto di tutto per agevolare le famiglie e garantire loro migliori condizioni di sicurezza”, spiega De Luca.

“Invece ho visto gente correre in mezzo ai bambini, senza mascherine. Non è possibile. Non vanno a fare footing le belle ragazze toniche della pubblicità, con fuseaux aderenti, che riconciliano con la natura, no. Ma dei vecchi cinghialoni della mia età con una tuta che arrivava alla caviglia, con una seconda tuta alla zuava, e con un altro terzo pantaloncino sopra. Andrebbero arrestati per oltraggio al pudore”, ha dichiarato il governatore campano in video-conferenza.

VIDEO



continua a leggere su Teleclubitalia.it