bonus bici monopattini elettrici

Un bonus da 200 euro per l’acquisto di bici, hoverboard e monopattini elettrici è allo studio del governo. Lo ha annunciato al Question Time il ministro dei Trasporti Paola De Micheli. “Con il decreto-legge e di prossima adozione – al fine di evitare un incremento non sostenibile del traffico privato e dei relativi problemi di congestione e inquinamento e per decongestionare l’affluenza al trasporto pubblico – ho proposto, d’intesa con il ministro Costa, la promozione di forme di mobilità alternativa, la diffusione della micromobilità elettrica e l’utilizzo di mezzi di trasporto innovativi e sostenibili”. ”

E’ allo studio il riconoscimento di un ‘buono mobilità alternativa’. Sarebbe destinato ai residenti nelle città metropolitane e aree urbane con più di 60.000 abitanti. Il bonus sarebbe pari ad euro 200 e servirà per l’acquisto di biciclette, anche a pedalata assistita, nonché di veicoli per la mobilità personale a propulsione prevalentemente elettrica, quali segway, hoverboard e monopattini, ovvero per l’utilizzo dei servizi di mobilità condivisa a uso individuale”.

Bonus bici e monopattini elettrici

Con la fase 2 e la riapertura di uffici e attività produttive, il traffico delle grandi città verrà messo particolarmente sotto stress. I mezzi del trasporto pubblico locale, viste le nuove direttive sul distanziamento sociale, potranno operare a un terzo delle loro reali potenzialità. Autobus e metro non potranno più essere affollate, sarà necessario che vengano sempre rispettate le distanze di sicurezza. Questo potrebbe portare ad attese molto più lunghe del solito alle fermate di metro e bus, con possibili rischi di assembramento.

Per evitare tutto ciò è probabile che in molti preferiranno spostarsi con mezzi propri anziché con quelli pubblici. E, secondo molti analisti, la scelta della maggior parte potrebbe ricadere sulle auto private, andando così a congestionare ulteriormente il traffico cittadino. Questa prospettiva potrebbe essere evitata proprio con un “bonus mobilità alternativa”.

Si tratta di un contributo che dovrebbe essere di 200 euro da spendere nell’acquisto di mezzi di mobilità alternativa. O potrebbe essere utilizzato anche per noleggiare veicoli dei servizi di mobilità condivisa a uso individuale (auto e motorini dei servizi di car e scooter sharing, tanto per intendersi). Nello specifico, ha spiegato la Ministra dei trasporti, il bonus potrà essere utilizzato per acquistare “biciclette, anche a pedalata assistita, nonché di veicoli per la mobilità personale a propulsione prevalentemente elettrica, quali segway, hoverboard e monopattini”.

“Si è proposto di introdurre nel Codice della strada la definizione di Bike Lane. Ovvero una corsia con destinazione prioritaria alla circolazione dei velocipedi nella quale è consentita la circolazione anche dei veicoli a motore con numero totale di ruote non superiore a tre, come ad esempio i ciclomotori, i motocicli ed i tricicli. Avremo così indubbi vantaggi sulla sicurezza e lo snellimento della circolazione”, ha detto il ministro.

I trasporti pubblici

“Con la Fase 2 si metteranno in movimento circa 3 milioni di persone sull’intero territorio nazionale, molte delle quali utilizzeranno mezzi pubblici”, dice ancora la ministra delle infrastrutture. “Occorre quindi che sia le aziende dei trasporti che l’utenza – conclude – si attengano all’osservanza di misure necessarie a garantire un regolare svolgimento di questa seconda fase, al fine di ulteriormente contenere il diffondersi del contagio”.

Leggi anche: Bonus baby sitter: come funziona, requisiti, a chi spetta, quando arriva

Bonus bici e monopattini elettrici: come richiederlo

Come sarà possibile fare richiesta del contributo di 200 euro sarà chiarito nel Decreto di prossima pubblicazione. Quest’ultimo conterrà tutte le misure economiche previste dal governo per fronteggiare la crisi economica da Coronavirus. E’ probabile che la modalità non si discosti poi molto da quello dell’Ecobonus per l’acquisto di auto elettriche.



continua a leggere su Teleclubitalia.it