bonus 600 euro inps

Non sono pochi i cittadini italiani per cui la domanda del bonus 600 euro è ancora in attesa di esito. L’ente previdenziale ha messo a disposizione, da un paio di giorni, la procedura per verificare la propria richiesta e di fatto in molti ancora visualizzando il messaggio in questione all’interno del loro profilo e anche cassetto previdenziale.

In un primo momento, gli accrediti del bonus 600 euro sarebbero dovuti diventare effettivi per tutti entro lo scorso venerdì 17 aprile. Poi, l’INPS ha aperto alla possibilità che la somma di indennizzo prevista dal Decreto Cura Italia giungesse anche all’inizio di questa settimana e dunque a partire da oggi 20 aprile. Ma purtroppo non sono pochi coloro rimasti ancora a bocca asciutta del pratico aiuto in questo momento di emergenza Covid-19.

inlineadv

Inps, bonus 600 euro entro il 30 aprile

L’Inps ha rispettato la data del 15 aprile, per pagare ”la maggior parte delle prestazioni legate al cura Italia”, soprattutto relative al bonus 600 euro per gli autonomi, e si impegna ”fino da adesso a rispettare la data del 30 aprile” per ”pagare il resto dei provvedimenti”. Lo afferma il presidente dell’Inps, Pasquale Tridico, nel corso dell’audizione in commissione Lavoro alla Camera, sui problemi di funzionamento del sito internet dell’Istituto in occasione della richiesta del bonus di 600 euro.

Potrebbe anche interessarti >> Campania. Bonus di 500 euro per le famiglie con figli fino a 15 anni: scarica qui il bando

Inps, “Soldi a tutti coloro che hanno compilato correttattemtne la domanda”

Va chiarito che tutti coloro che hanno compilato correttamente la domanda per il bonus 600 euro e allo stesso tempo posseggono i requisiti previsti dalla legge non devono temere per l’erogazione dell’accredito sul loro conto in banca. L’INPS sta processando, negli ultimi giorni, un gran numero di pratiche per l’aiuto economico previsto dal decreto Cura Italia.

related