coronavirus runner albignasego aggredito

Runner pestato a sangue in strada. Accade in provincia di Padova, ad Albignasego. La vittima è un ingegnere del posto di 50 anni, che venerdì scorso, alle 19, era uscito fuori di casa a fare un po’ di attività fisica.

Padova, runner pestato a sangue: non aveva la mascherina

Il corridore non aveva una mascherina sul volto ma una felpa al collo che usava all’occorenza. Purtroppo però le giustificazioni sono servite a poco: un padre e un figlio, anche loro in strada, lo hanno intercettato e lo hanno bloccato. Tra l’altro il più piccolo della coppia era anche lui senza dispositivo di sicurezza facciale.

inlineadv

Nel giro di poco la discussione è degenerata. Dagli insulti si è passati alle mani. Mentre il più anziano teneva il runner bloccato a terra, l’altro lo colpiva con pugni al volto e alla testa.  All’esito dell’aggressione, la vittima ha riportato fratture al naso, all’orbita dell’occhio destro ed ematomi vari al tronco ed agli arti. Sul posto sono poi arrivati anche i carabinieri chiamati proprio dagli aggressori dell’ingegnere.

Vista la situazione le forze dell’ordine hanno subito allertato un’ambulanza su cui sono stati fatti salire sia l’aggredito, copiosamente sanguinante, sia il suo più accanito aggressore, vittima nel frattempo di un attacco di asma. Lo sfortunato runner a cui i medici ospedalieri hanno poi dato una prognosi di 30 giorni ha già annunciato di voler denunciare i suoi due aggressori.

related