Giugliano. Ben venga la solidarietà ma i volontari devono essere riconosciuti e accreditati. È l’appello lanciato dal Comune di Giugliano. In questi giorni complicati in cui le uscite sono limitate a causa della pandemia, in città si moltiplicano i gesti di solidarietà ma adesso serve evitare che entrino in azione malintenzionati e dare una linea per offrire il migliore sostegno alla cittadinanza, per aiutare seriamente e per fermare la diffusione del virus.

L’ente di Corso Campano ha già attivato da due settimane il servizio Pronto Spesa, grazie ai volontari, muniti di apposito tesserino, della Protezione Civile (Associazione Nazionale Carabinieri e Vigili del Fuoco in congedo), coordinati dal commissario prefettizio Umberto Cimmino, Servizi Sociali e Polizia Municipale (guidati rispettivamente dai dirigenti Salvatore Petirro e Maria Rosaria Petrillo).

Dopo le tante segnalazioni ricevute per consegne di beni necessità (alimenti e farmaci) e altre situazioni opache registrate, il Comune ha pubblicato un avviso in cui invita “gli Enti del Terzo Settore che già hanno avviato o intendono avviare iniziative volte al reperimento e consegna di derrate alimentari o farmaci in favore di famiglie indigenti e/o soli, di inoltrare apposita comunicazione al Settore Servizi Sociali al fine di coordinare le richiamate attività, in particolare per ciò che concerne la presenza dei volontari del terzo settore sul territorio, nel rispetto delle prescrizioni di cui alle richiamate Ordinanze.”

Sarà cura del Settore Servizi Sociali inviare alla Protezione Civile l’elenco dettagliato degli Enti del terzo settore e dei volontari impiegati nelle richiamate iniziative. Successivamente la Protezione Civile provvederà a fornire ai volontari apposito tesserino di riconoscimento, al fine di consentire agli stessi di circolare sul territorio secondo i giorni ed orari concordati con il Settore Servizi Sociali. 

Non si fermi dunque la solidarietà nella lotta la Coronavirus ma il tutto deve avvenire sotto il controllo degli uffici comunali. I volontari che si recano nelle case dei cittadini bisognosi devono essere minuti dell’apposito tesserino firmato dalla comandante Petrillo.

Contatti alla mail [email protected], il numero della Polizia Municipale  081/8956400 oppure seguendo le informazioni sul sito web istituzionale.

continua a leggere su Teleclubitalia.it