Coronavirus, sospensione mutuo: come fare domanda e chi può richiederla

Coronavirus, sospensione mutuo: come fare domanda e chi può richiederla

Sospensione del mutuo: come fare domanda. E’ questo che si chiedono in tanti a seguito dell’emergenza Coronavirus in Italia e della manovra economica varata dal governo. E’ infatti prevista lo stop al pagamento delle rate per chi ha un mutuo proprio per agevolare economicamente le famiglie in questi mesi difficili.

Con le vecchie regole, il Fondo di solidarietà mutui prima casa, istituito con la finanziaria del 2008 e operativo dal 2013, permetteva di sospendere il pagamento delle rate del mutuo sulla prima casa per due volte e per un massimo di 18 mesi complessivi a chi aveva perso il lavoro, era diventato non autosufficiente a causa di un handicap o era morto (in questo caso il fondo poteva aiutare gli eredi).

Il governo ha cambiato le regole con i due decreti di emergenza anti-coronavirus. Con il primo, quello del 2 marzo, l’accesso al fondo è stato allargato, anche ai lavoratori dipendenti che non hanno perso il lavoro ma hanno subito la “sospensione del lavoro o riduzione dell’orario di lavoro per un periodo di almeno trenta giorni”.

Con il secondo decreto, quello del 17 marzo, l’accesso al fondo è stato esteso per 9 mesi anche ai lavoratori autonomi e ai liberi professionisti che a causa delle misure restrittive hanno avuto un calo del fatturato di almeno il 33% dopo il 21 febbraio del 2020.

Sospensione mutuo: chi può richiederlo

La sospensione delle rate può essere richiesta dai titolari di un mutuo contratto per l’acquisto della prima casa, fino a diciotto mesi. Devono però verificarsi specifiche situazioni di temporanea difficoltà, destinate ad incidere negativamente sul reddito complessivo del nucleo familiare:

  • cessazione del rapporto di lavoro subordinato a tempo indeterminato;
  • cessazione dei rapporti di lavoro parasubordinato, o di rappresentanza commerciale o di agenzia;
  • morte o riconoscimento di grave handicap ovvero di invalidità civile non inferiore all’80 per cento.
  • cessazione del rapporto di lavoro subordinato a tempo determinato;
  • Può presentare domanda di accesso ai benefici del Fondo il proprietario di un immobile adibito ad abitazione principale, titolare di un mutuo contratto per l’acquisto dello stesso immobile di importo non superiore a 250.000 euro e in possesso di indicatore ISEE non superiore a 30.000 euro. Questa parte relativa all’Isee, viste le eccezionali circostanze legate all’emergenza Covid-19 il Governo ha deciso di escludere temporaneamente l’Isee per l’accesso al Fondo.
  • il mutuo deve essere in ammortamento da almeno un anno e deve essere stato pagato puntualmente (o almeno con un ritardo non superiore ai tre mesi).

Sospensione mutuo: come fare domanda

Il fondo prevede la sospensione delle rate, non la loro cancellazione. Quando la sospensione termina, i pagamenti ripartono dal punto in cui erano rimasti al momento della sospensione e la durata del mutuo si allungherà per i mesi non pagati.

Ma come si può fare domanda di sospensione del mutuo? Per ottenere l’accesso al fondo occorre presentare richiesta alla banca. Il modulo per fare domanda però non è ancora disponibile. E’ necessario aspettare il regolamento attuativo che il ministero dell’Economia preparerà nelle prossime settimane.

Il governo ha stanziato 400 milioni di euro a questo fondo. Per i dettagli delle misure conviene informarsi sul sito della Consap.

Decreto “Cura Italia”, premio di 100 euro per dipendenti. I requisiti per avere il premio di 100 euro



DIVENTA FAN DELLA NOSTRA PAGINA
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DEL GIORNO

Teleclubitalia - notizie ed approfondimenti della cronaca di Napoli e dal resto dell'Italia.