Campania, nuova ordinanza di De Luca: “Cantieri edili sospesi fino al 3 aprile”


Stop ai cantieri edili in Campania. Il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, come già aveva anticipato nel corso della diretta su Facebook, ha firmato un’ordinanza che prevede la sospensione delle attività dei cantieri edili su committenza privata e pubblica fino al 3 aprile. Si fa eccezione per gli interventi urgenti “strettamente necessari a garantire

Campania, nuova ordinanza di De Luca: “Cantieri edili sospesi fino al 3 aprile”

Stop ai cantieri edili in Campania. Il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, come già aveva anticipato nel corso della diretta su Facebook, ha firmato un’ordinanza che prevede la sospensione delle attività dei cantieri edili su committenza privata e pubblica fino al 3 aprile.

Si fa eccezione per gli interventi urgenti “strettamente necessari a garantire la sicurezza o la funzionalità degli immobili e in ogni caso con obbligo di adozione dei dispositivi di protezione individuale da parte del personale impiegato e delle ulteriori misure precauzionali previste dalla disciplina vigente”.

“I responsabili provvedono alla messa in sicurezza e alla chiusura temporanea del cantiere non oltre 5 giorni dalla data della presente ordinanza”, si legge nella nuova ordinanza sottoscritta dal governatore.

Le stazioni appaltati dovranno valutare se è il caso o meno di posticipare le singole lavorazioni o interventi programmati per quanto concernono “i lavori a committenza pubblica, fatti salvi l’avvio e la prosecuzione di quelli concernenti le reti di pubblica utilità e l’edilizia sanitaria nonché degli interventi volti ad assicurare la messa in sicurezza e la funzionalità degli immobili”.

L’Ente di Palazzo Santa Lucia fa sapere che “per le lavorazioni indifferibili, è fatto comunque salvo l’obbligo di adozione dei dispositivi di protezione individuale e delle ulteriori misure precauzionali previste dalla disciplina vigente”.

Discorso diverso per le lavorazioni che possono essere rimandate. “Sono disposti la messa in sicurezza e la chiusura temporanea del cantiere, da concludersi non oltre 5 giorni dalla data della presente ordinanza”.

Il mancato rispetto degli obblighi costituisce reato e prevede “l’arresto fino a tre mesi o con l’ammenda fino a duecentosei euro”.

Teleclubitalia - notizie ed approfondimenti della cronaca di Napoli e dal resto dell'Italia.