coronavirus fermato sala consilina

Contagiato di 70 anni sorpreso a girare in strada violando la quarantena domiciliare. Succede a Sala Consilina, in provincia di Salerno. Sabato mattina i carabinieri della locale Compagnia guidati dal capitano Davide Acquaviva l’hanno trovato fuori dalla sua abitazione.

Coronavirus, contagiato a Sala Consilina sorpreso fuori casa

L’uomo era risultato positivo nei giorni scorsi e messo in quarantena. Il suo isolamento forzato però è durato appena 24 ore. I militari dell’Arma lo hanno ritrovato a un chilometro di distanza dalla sua abitazione. Alla domanda cosa ci facesse in strada, lui ha riferito che stava andando a dar da mangiare ad alcuni suoi animali in un casolare. A questo punto, allertati gli uffici dell’Asl, i militari hanno appurato che l’uomo risulta contagiato e che l’azienda sanitaria locale lo aveva messo in quarantena. Sono in corso indagini per accertare se abbia avuto contatti durante il tragitto da casa al punto in cui è stato fermato.

inlineadv

la denuncia

Per lui è scattata una denuncia presso la Procura di Vallo della Lucania per diffusione volontaria di epidemia. Rischia una pena severissima che arriva fino a 21 anni di reclusione. Ed è la prima contestazione grave nella provincia di Salerno per chi ha violato le misure di contrasto al coronavirus. Si contano altri 550 deferimenti su tutto il territorio ma riguardano solo la contestazione alla violazione del decreto Conte. Più della metà nel territorio dell’Agro nocerino. A Salerno e provincia sono 50 i contagiati dopo gli ultimi aggiornamenti provenienti dalla Protezione Civile della Campania.

related