Inps pensioni

Inps sbaglia e versa migliaia di pensioni ridotte. Migliaia di pensionati in tutte le Regioni d’Italia hanno avuto un’amara sorpresa sul cedolino della pensione di gennaio. Infatti, l’importo è risultato più leggero con un ammanco che, stando a quanto riportato su alcuni social network in alcuni casi ammonterebbe a centinaia di euro. In realtà, le sigle sindacali che in diverse regioni sono state consultate dai pensionati, rassicurano che si tratta di una trattenuta che non va oltre qualche decina di euro. Non è colpa del Governo, né di nuovi balzelli, ma di un errore del sistema informatico dell’Inps che si occupa di calcolare l’ammontare delle pensioni.

Inps, migliaia di pensioni ridotte

Tra questi pensionati e pensionate sfortunati vi sono coloro i quali nel 2019 hanno usufruito del cosiddetto “bonus Poletti”. Nelle operazioni di ricalcolo l’Inps ha annullato il bonus elargito, generando di fatto un debito nei confronti dell’Istituto di previdenza.

Come fare per avere il rimborso

L’Inps ha già provveduto a rassicurare i pensionati danneggiati, garantendo un conguaglio nel mese di febbraio che restituisca quanto trattenuto. Nel caso in cui il sistema non provveda automaticamente ai rimborsi, sarebbe opportuno rivolgersi al più vicino sportello Inps per fare presente l’ammanco e chiederne il rimborso agli operatori.



continua a leggere su Teleclubitalia.it