Napoli. Camorra, omicidio del figlio del boss: scattano quattro arresti. I nomi

Napoli. Camorra, omicidio del figlio del boss: scattano quattro arresti. I nomi

Napoli. Svolta nelle indagini sull’omicidio di Fortunato Sorianiello, figlio del ras Afredo Sorianeiello, ucciso nel 2014 all’interno di un salone di barbiere, a Soccavo. 

Camorra, omicidio del figlio del boss: scattano 4 arresti

I carabinieri del Comando Provinciale di Napoli ed il personale della Squadra Mobile della Questura di Napoli hanno individuato i killer del giovane. In manette sono così sono finiti Tommaselli Carlo, il figlio Filippo Tommaselli, Antonio Megali e Enrico Calcagno. 

Il provvedimento cautelare è stato emesso all’esito di una mirata attività di indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica, che ha permesso di individuare, attraverso dichiarazioni dei collaboratori di giustizia, riscontrate da intercettazioni telefoniche ed ambientali, il ruolo ricoperto dai destinatari dell’ordinanza cautelare.

Secondo quanto ricostruito, TOMMASELLI Carlo, a capo del clan TOMMASELLI- MARFELLA, operante nel quartiere Pianura, avrebbe ucciso SORIANIELLO Fortunato, figlio di o’ biondo, ex affiliato al clan Grimaldi, a causa di un contrasto insorto per questioni legate allo spaccio di droga nella zona denominata “della 99” nel Rione Traiano.

Il delitto incise notevolmente sull’assetto degli equilibri criminali nell’area Flegrea, segnando la rottura dell’alleanza strategica tra la famiglia Sorianiello ed il clan Vigilia, dal momento che i Sorianiello sospettavano i Vigilia di aver consentito l’omicidio di Sorianiello Fortunato sul loro territorio a Soccavo.



DIVENTA FAN DELLA NOSTRA PAGINA
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DEL GIORNO

Teleclubitalia - notizie ed approfondimenti della cronaca di Napoli e dal resto dell'Italia.