melissa premonizione

Salerno. Sarebbe stata una premonizione quella avvertita da Don Luigi, il parroco che successivamente ha celebrato i funerali di Melissa La Rocca. “Cara Melissa, ti confido una cosa: il sabato sera e la domenica precedenti (a quel terribile 7 ottobre quando fui avvisato del tuo volo in Cielo), inspiegabilmente mi sentivo strano, irrequieto, a tratti insofferente e non riuscivo a trovare un perché, non essendo successo nulla. Poi il lunedì diedi una spiegazione a quel mio stato d’animo”. E’ un frammento della lettera scritta da Don Luigi, parrici di Capriglia, a Melissa La Rocca, la ragazza morta a 16 anni mentre era in classe.

I fatti

Melissa stava svolgendo gli esercizi di matematica alla lavagna, nella III F, quando ha perso i sensi cadendo a terra. Prima di accasciarsi al suolo avrebbe battuto la testa vicino alla cattedra. La docente e i compagni hanno eseguito le manovre di primo soccorso, in attesa dell’arrivo dei sanitari del 118. Ma l’intervento tempestivo degli operatori del Saut di via Vernieri si è rivelato inutile: la giovane non ce l’ha fatta. Il personale medico, pertanto, non ha potuto fare altro che constatarne il decesso, nonostante i tentativi di rianimazione. Gli uomini dell’Arma hanno raccolto le testimonianze dei docenti, del preside e dei compagni che hanno assistito alla terribile scena e avviato le indagini per ricostruire l’accaduto.

inlineadv

Il celebrante, racconta la messa in ricordo della giovanissima in una chiesa gremita e la sua sensazione delle ore precedenti quel maledetto lunedì. Una lettera carica d’amore, che riportimo di seguito.

 

 

Melissa, premonizione scritta in una lettera

 

related