incidente a3 investe amico ex moglie

Investì l’amico della ex moglie in autostrada. Il Tribunale di Nocera Inferiore ha condannato il 40enne di Angri responsabile dell’incidente avvenuto nel 2017.

I fatti: investe amico dell’ex moglie

I fatti risalgono al 26 febbraio del 2017. La donna guida un’auto lungo l’A3 (la Napoli-Salerno). Lungo il tragitto incrocia un amico a bordo di una moto e gli fa un cenno di saluto. Poco dopo sopraggiunge, a bordo di un’altra auto, l’ex marito della donna, un 40enne di Angri. L’uomo, infastidito dal saluto, investe in pieno il centauro, forse per gelosia, credendolo il nuovo compagno della ex consorte. La vittima alla guida della sua Hornet fa un volo di 10 metri. La diagnosi è grave: il motociclista riporta un trauma cervicale, escoriazioni al volto e alla mano, una frattura del perone e del malleolo, oltre a lesioni ai legamenti.

Il processo

L’investitore dovrà scontare 4 anni e 8 mesi di reclusione per tentato omicidio. Dopo l’incidente la vittima decise di denunciare avviando così l’iter giudiziario. Agli inquirenti, l’uomo raccontò di aver subito pesanti minacce prima di essere investito da una persona che conosceva bene. Attraverso il suo legale difensore, la vittima aveva proposto ricorso in Cassazione, sollevando vizi di natura procedurale, che i giudici della Suprema Corte hanno però dichiarato inamissibili, respingendo il ricorso e condannando l’uomo al pagamento delle spese processuali. La situazione si è però ribaltata in Cassazione che ha ritenuto I.M. responsabile di tutte le accuse condannandolo in maniera definitiva.

continua a leggere su Teleclubitalia.it