mauro moraca libero giugliano

Torna libero uno dei ras del clan Mallardo di Giugliano, Mauro Moraca. Condannato a 13 anni per associazione d stampo camorristico ed estorsione, torna provvisoriamente in libertà in attesa del giudizio di terzo grado della Corte di Cassazione. La Corte di Appello ha ritenuto esauriti i termini della custodia cautelare in carcere. Era detenuto presso il carcere di Secondigliano (Napoli).

L’arresto nel 2013 di Mauro Moraca

Moraca, difeso dall’avvocato Pino Pellegrino, finì agli arresti nel 2013 dopo una breve latitanza. Gli agenti di polizia del commissariato di Giugliano lo rintracciarono all’ospedale San Giuliano dove si era recato per farsi curare. Moraca, genero di Feliciano Mallardo, è considerato uno dei reggenti della cosca dei Carlantonio.

Il suo ruolo

Il nome di Mauro Moraca compare in diverse inchieste delle forze dell’ordine contro il clan Mallardo. Nel novembre 2012 fu identificato come organizzatore del settore estorsioni per conto del gruppo criminale e destinatario, insieme ad altre quattro persone, di una ordinanza cautelare nell’ambito di una inchiesta che aveva portato alla luce un giro di estorsioni, intestazioni fittizie di beni e persino l’imposizione ai commercianti di una determinata marca di caffè.

continua a leggere su Teleclubitalia.it