femminicidio savona

“Non sono pentito di quello che ho fatto. Mi spiace solo per gli innocenti coinvolti”. Sono le parole di Domenico ‘Mimmo’ Massari, reo confesso dell’omicidio della ex moglie Deborah Ballesio. L’uomo, dopo aver fatto irruzione nel locale della donna e sparato all’impazzata, si è dato alla fuga e poi si è consegnato in carcere a Sanremo (Imperia), dove è arrivato sparando in aria tre colpi di pistola.

“Mi spiace solo per gli innocenti coinvolti” ha detto l’omicida, come riporta Fanpage.it, forse riferendosi alla bimba di 3 anni e alle due donne colpite di striscio dai proiettili esplosi dall’uomo.

Massari, già noto alle forze dell’ordine per i suoi precedenti di stalking nei confronti dell’ex moglie, ha rifiutato di contattare un avvocato di sua fiducia: “Sono consapevole di quello che ho fatto, mi basta quello d’ufficio”, ha riferito il 53enne.

IL DELITTO

I fatti risalgono a sabato sera, 13 luglio. Massari ha raggiunto la ex in una località balneare della riviera ligure, all’Aquario di Savona, ed ha aperto il fuoco mentre la donna si stava esibendo in una serata karaoke. Prima di ucciderla le aveva detto “ti ricordi di me?”, poi ha premuto il grilletto. I colpi, almeno cinque, hanno ferito anche altre tre persone. Tra cui una bambina di 3 anni.

Gli spari hanno provocato un fuggi fuggi generale. La vittima, morta sul colpo, si è accasciata a terra senza nemmeno rendersi conto di quello che stesse accadendo. Dopo aver sparato, Massari si è andato alla fuga. In Liguria, intanto, è scattata la caccia all’uomo. Ma Il 53enne ha preferito consegnarsi alle autorità volontariamente, mettendo così fine alla sua fuga. Si è presentato al carcere di Sanremo ed ha sparato in aria tre colpi di pistola.

 

continua a leggere su Teleclubitalia.it