Qualiano. Lavoratori in nero in un cantiere: uno, addirittura, percepiva il reddito di cittadinanza pari a 128, 56 euro mensili. I Carabinieri della stazione di Qualiano, in collaborazione con l’Ispettorato del Lavoro di Napoli, sono intervenuti in un cantiere della città, dove hanno scoperto operai che risultavano lavorare in nero.

I Carabinieri hanno deferito due persone in stato di libertà: F.S., imprenditore pregiudicato, titolare dell’impresa; S.A., direttore dei lavori. Nel cantiere lavoravano 16 persone, 2 delle quali risultavano irregolari.

Inoltre ad imprenditore e direttore sono state contestate anche violazioni penali perché avevano omesso di designare il responsabile del servizio di prevenzione e protezione aziendale, il medico per la sorveglianza sanitaria e di consegnare ai lavoratori i necessari dispositivi di protezione individuale e di inviarli a visite mediche previste dalla sorveglianza sanitaria.

Infine è stato contestato all’azienda di non aver effettuato  la valutazione dei rischi e la redazione del previsto relativo documento e di non aver informato i lavoratori in merito ai rischi per la salute; conferire adeguata formazione ai lavoratori in merito ai rischi per la salute. Inoltre uno dei due lavoratori irregolari, P.S., di Giugliano, percepiva anche il reddito di cittadinanza, per un totale di 128,56 euro mensili. I lavori sono stati sospesi in attesa di regolarizzazione.

 



continua a leggere su Teleclubitalia.it