Abiti e magliette nere, così si sono presentati gli ex colleghi del prof Vincenzo Auricchio, morto suicida in seguito alle accuse di molestie sessuali nei confronti di due studentesse. L’iniziativa promossa dal collega ed ex sindacalista Libero Tassella, come riportato anche dal quotidiano Il Mattino, è stata accolta dalla stragrande maggioranza dei docenti del Liceo Vico di Napoli, dove Vincenzo aveva insegnato fino all’anno scorso.

Nessuno parla, come chiesto anche dalla dirigente scolastica, ma simbolicamente si tratta di una presa di posizione forte. Vincenzo si era probabilmente sentito solo e ha interpretato quel silenzio come una sentenza di colpevolezza a priori.

Chi non ha paura di parlare e in queste ore sta continuando a farlo, sono i suoi studenti. Tutti hanno preso posizione, difendendo il loro professore, sottolineandone la sensibilità e professionalità. In un video girato con i ragazzi qualche tempo fa, per fare gli auguri ad un alunno, lo si vede sorridente e felice. “Vi abbraccio tutti, ad uno ad uno. Vi auguro tutto il bene possibile e chissà, forse ci rivedremo” – le parole di Vincenzo.



continua a leggere su Teleclubitalia.it