Mercatone Uno, presidio dipendenti di Arzano dopo fallimento: “Speranza nei creditori”


Licenziati improvvisamente attraverso i social senza preavviso. La crisi di Mercatone Uno ha lasciato senza lavoro migliaia di persone, compresi i lavoratori della sede di Arzano che era rimasta l’unica in Campania. Nei giorni scorsi hanno partecipato all’incontro con il ministro Luigi Di Maio ed ora sono in presidio. LA Shernon Holding srl nell’agosto del

Mercatone Uno, presidio dipendenti di Arzano dopo fallimento: “Speranza nei creditori”

Licenziati improvvisamente attraverso i social senza preavviso. La crisi di Mercatone Uno ha lasciato senza lavoro migliaia di persone, compresi i lavoratori della sede di Arzano che era rimasta l’unica in Campania. Nei giorni scorsi hanno partecipato all’incontro con il ministro Luigi Di Maio ed ora sono in presidio.

LA Shernon Holding srl nell’agosto del 2018 aveva rilevato i locali dello storico marchio emiliano specializzato in arredamento ed elettrodomestici da circa 30 anni. Ora il tragico epilogo  getta unìombra sul destino dei circa 2 mila dipendenti del gruppo ma anche sulle 500 aziende dell’indotto, che contano quasi 10 mila persone.

Ora una speranza potrebbe arrivare dai fornitori vantano crediti non riscossi per circa 250 milioni di euro e potrebbero unirsi per rilevare il marchio.  Ai dipendenti erano già state ridotte le ore di lavoro ma ciò non è servito ad evitare il fallimento.

 

VIDEO:

Teleclubitalia - notizie ed approfondimenti della cronaca di Napoli e dal resto dell'Italia.