Napoli, l’orrore della camorra: spari a una bimba di 4 anni. Ha un proiettile conficcato nel torace

Napoli, l’orrore della camorra: spari a una bimba di 4 anni. Ha un proiettile conficcato nel torace

Non guarda in faccia nessuno la camorra quando si tratta di sparare. E questa volta vittima innocente del raid consumato oggi in piazza Nazionale sono state due donne, di cui una bimba di appena 4 anni, Noemi, che era in compagnia della nonna, Immacolata Molino, di 49 anni.

La piccola era all’esterno di un bar quando intorno alle 5 due uomini con volto travisato a bordo di una motocicletta hanno esploso diversi colpi d’arma da fuoco con l’obiettivo di colpire Salvatore Nurcaro, pregiudicato di 31 anni di San Giovanni a Teduccio, vero bersaglio dell’agguato. Tracce di sangue sono ancora visibili sui tavolini del locale. A terra sono visibili numerosi bossoli di arma da fuoco.

Noemi è ora ricoverata all’ospedale Santobono, dov’è arrivata cosciente e adesso è in rianimazione con una pallottola nel torace. «Un proiettile le ha attraversato i polmoni da destra a sinistra, senza però ledere il cuore – ha detto all’Ansa il direttore generale dell’ospedale Anna Maria Minicucci – conficcandosi tra le costole».

Foto: archivio

DIVENTA FAN DELLA NOSTRA PAGINA
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DEL GIORNO

Teleclubitalia - notizie ed approfondimenti della cronaca di Napoli e dal resto dell'Italia.