Brescia, Paola dà alla luce il figlio e poi muore: diventare mamma era il sogno della sua vita

Brescia, Paola dà alla luce il figlio e poi muore: diventare mamma era il sogno della sua vita

Dà alla luce il figlio e muore. Diventare mamma era il sogno della sua vita nonostante l’età le rendesse complicata la gravidanza. Protagonista di questa tragica notizia è Paola Frizzarin, medico di 49 anni di Desenzano del Garda (Brescia): il suo cuore ha cessato di battere martedì 30 aprile. Il bimbo è stato dato alla luce quando Paola era in coma.

La 49enne si trovava in città per partecipare a un convegno. Ed è proprio a Pisa che la dottoressa si è sentita male. Per un forte mal di testa era stata accompagnata al pronto soccorso di Cisanello. Mancavano poche settimane al termine della gravidanza. I medici avevano capito subito che la situazione era grave. La 49enne aveva in corso un’emorragia cerebrale. Da lì a poco la situazione è precipitata.

Un’emergenza doppia visto che la signora aveva in grembo anche il bambino. Il cesareo d’urgenza ha salvato la vita al piccolino, per la mamma, purtroppo, non c’è stato nulla da fare: la speranza a cui erano aggrappati il marito e i famigliari si è spezzata per sempre il 30 aprile, quando i medici hanno dichiarato la morte cerebrale.

Una tragedia che lascia sgomenta, oltre che la comunità di Desenzano, anche quella di Lonato, dove la 49enne psicoterapeuta era molto conosciuta. La sua grande passione era il canto: da tempo faceva parte del coro del Corpo Musicale del paese. “Siamo tutti sgomenti” racconta Alessia Panza, direttrice del coro ‘Voci del Garda’, ricordando quando Paola entrava orgogliosa in aula per le lezioni: le mani sempre sul ‘pancione’ e il sorriso sulle labbra. “Sarà la mascotte del coro”, diceva.

Teleclubitalia - notizie ed approfondimenti della cronaca di Napoli e dal resto dell'Italia.